Sostegno alla comunità – Repubblica Democratica del Congo – Uvira

Posted on Posted in In Corso
Nell’ambito del Progetto di Sostegno a distanza children onlus ha pianificato, insieme ai referenti della comunità locale, alcuni microprogetti al fine di sostenere in modo sempre più capillare ed efficace la popolazione di Uvira, nella Repubblica Democratica del Congo.
La cittadina di Uvira sta uscendo faticosamente, come tutto il Paese, da anni di una feroce e interminabile guerra. C’è aria di ricostruzione, di inizio di nuove attività, di fiducia. Ma la povertà e l’insicurezza sono ancora grandissime, ci sono ancora sporadici episodi di combattimento e l’imperativo per la maggior parte della gente è sopravvivere alla fame e alle malattie.
Tutti i microprogetti che children onlus realizza hanno l’obiettivo di creare i presupposti per un miglioramento delle condizioni di vita in particolare delle donne e dei bambini di Uvira.
Le iniziative intraprese riguardano la salute, il microcredito, la sicurezza, l’istruzione scolastica, la formazione e il lavoro per i giovani.
Abbiamo così insieme individuato alcune aree di intervento.

SALUTE

Gli ospedali nella Rep. Dem. Del Congo sono privati e forniscono solo cure mediche a pagamento.
Salvo alcune febbri tifoidi, qualche ustione e qualche medicazione per escoriazioni, le malattie più frequenti sono diarrea da parassitosi e malaria.
children onlus garantisce interventi sanitari, cure e medicinali, oltre che ai bambini sostenuti, almeno per i più bisognosi tra la popolazione e le emergenze: sappiamo che in questi luoghi si muore per una difterite o una febbre alta.
Forniamo delle liste all’ospedale con i nominativi degli aventi diritto all’assistenza: a fine mese l’ospedale ci presenta la fattura per gli interventi fatti. L’ospedale registra tutte le visite e le patologie curate, permettendoci di fare una analisi accurata.
In secondo luogo, children onlus garantisce un supporto alle spese per il parto assistito in ospedale piuttosto che a casa, quindi in condizioni più igieniche e sicure, ovviando anche al problema del certificato di nascita, necessario per l’iscrizione all’anagrafe.
Inoltre children ha realizzato un microprogetto di aiuto per migliorare l’alimentazione di grandi e piccoli, con l’apporto di sostanze nobili, facilmente reperibili e poco costose come la Moringa, la rivoluzionaria pianta commestibile e medicinale che viene dall’India. Per diffondere l’uso e la coltivazione della pianta children ha organizzato, ad Uvira, la giornata della moringa con lezioni, incontri e divulgazioni di testi.
Al fine di migliorare le condizioni di salute della popolazione abbiamo inoltre introdotto in quasi tutte le nostre attività il fondamentale tema dell’educazione all’igiene.
Abbiamo iniziato con i bambini, con laboratori di pittura, giochi e teatro, tutti dedicati alle poche regole indispensabili alla salute.
Infine, recentemente, abbiamo realizzato un opuscolo illustrato sulle regole igienico-sanitarie composto da scritti, sia in francese che swahili, e disegni per sensibilizzare anche gli adulti, anche quelli analfabeti, e abbiamo organizzato incontri e lezioni.

 

MICROCREDITO

Children onlus ha introdotto un programma di microcredito che consente a ragazze uscite dalla scuola, a giovani madri o donne sole di intraprendere un’attività autonoma o imprenditoriale.
I fondi vengono gestiti dal comitato di donne già costituito per gli altri progetti di children, coadiuvato dalla missione delle Suore di San Giuseppe e supervisionato dai responsabili di children onlus. Il comitato, in accordo con i nostri responsabili, individua di volta in volta i beneficiari del sostegno nell’ambito delle aree di intervento stabilite. Tra le aree di intervento sono stati individuati: il piccolo commercio e il lavoro agricolo.

SICUREZZA ED EMERGENZA

Le zone rurali o quelle più periferiche della cittadina sono ancora a rischio di attacchi di milizie irregolari che rubano e stuprano. Al fine di rendere più sicura la vita delle donne e delle bambine che vivono in zone isolate, children onlus ha predisposto un aiuto alle famiglie più disagiate e decentrate per cambiare domicilio.
Inoltre alcune famiglie poverissime vivono in capanne fatte di mattoni di fango e con tetti di fortuna esposte alla pioggia e all’umidità. Bambini e anziani si ammalano di malattie respiratorie e di reumatismi durante la stagione delle piogge.
children onlus è intervenuta quindi per il miglioramento delle abitazioni. In queste situazioni di emergenza forniamo nuovi tetti in lamiera zincata più resistenti, teli impermeabili per ricoprire il pavimento di terra, materassi e coperte a chi dorme direttamente sul suolo.

 

ISTRUZIONE SCOLASTICA

Oltre a garantire l’istruzione scolastica a tutti i bambini adottati a distanza, cerchiamo di mandare a scuola il maggior numero di bambini possibile, pagando almeno le tasse scolastiche per la frequenza alle scuole primarie e assicurando a tutti l’alfabetizzazione. Ad oggi un centinaio di bambini grazie a children onlus frequenta la scuola primaria.
Per i più meritevoli children onlus garantisce borse di studio per l’Università o per frequentare un Istituto superiore.
Abbiamo inoltre allestito presso la Missione una classe di informatica con 5 computer, una biblioteca (al di fuori di essa non esistono libri) ricca di materiale didattico, di grandi carte geografiche e planisferi.

 

LAVORO E FORMAZIONE

Abbiamo programmato un supporto per pagare la formazione al lavoro per ragazze particolarmente vulnerabili ed emarginate o vittime di stupro e per i ragazzi spesso ex soldato. Per le ragazze abbiamo avviato dal 2009 un progetto per la organizzazione di un corso di sartoria professionale presso la scuola della Missione alla quale ci appoggiamo.
Ad altri giovani selezionati diamo la possibilità di frequentare un istituto professionale o un corso di formazione e trovare più facilmente un lavoro, come segretarie amministrative, grafici o informatici.
Per altri, soprattutto ragazzi, abbiamo favorito l’impiego presso esercizi artigianali, come falegnami, commerciali o di servizi, come elettricisti e idraulici, attraverso un contributo salariale per i primi mesi di apprendistato al lavoro.