Microprogetti – Roma

Posted on Posted in In Corso

Microprogetti per il miglioramento della qualità della vita scolastica e formativa di bambini e ragazzi

Dal 2012 children onlus, recependo la richiesta dei propri soci, ha deciso di dedicare una piccola parte delle risorse dell’associazione a micro-progetti di aiuto a bambini e ragazzi che frequentano con profitto alcune scuole romane e a giovani migranti in cerca di una formazione professionale.

Ogni microprogetto ha l’obiettivo di aiutare il minore o un’intera classe scolastica, in condizione di particolare svantaggio sociale ed economico, a superare una specifica difficoltà: nell’apprendimento, nella socialità, nella sfera psico-affettiva, nella salute, nell’avviamento allo sport, nella presenza scolastica o nell’avviamento al lavoro. I casi ci vengono segnalati per lo più da servizi sociali, associazioni sociali sul territorio o istituti scolastici.

Nel corso degli anni abbiamo incluso nei microprogetti due fratellini di 6 e 7 anni e una bambina di 6 anni nati a Roma ma di altra nazionalità per i quali abbiamo sostenuto il lavoro di un mediatore interculturale che ne ha favorito l’integrazione nelle classi e nel contesto sociale in cui vivono.

Abbiamo poi sostenuto, in collaborazione con i servizi sociali, diversi bambini e bambine di famiglie italiane in difficoltà economica e sociale. Ci siamo fatti carico, di volta in volta, delle spese dei libri scolastici e del materiale didattico, dei costi di partecipazione a campi scuola, dell’iscrizione a corsi sportivi, dell’acquisto di occhiali e altri oggetti necessari, della quota per la frequenza a corsi professionali.

ULTIME INIZIATIVE
Nel 2020, anno difficile per la pandemia che ha sconvolto tutte le nostre regole di vita, “Microprogetti-Roma” ha dedicato la sua attenzione agli alunni delle scuole secondarie di primo grado. Sono state scelte due scuole pubbliche situate in quartieri periferici della nostra città, Tor Bella Monaca e Centocelle.


 

 

 

 

 

 

 

 

L’Istituto Comprensivo “Via Acquaroni” a Tor Bella Monaca dallo scorso anno porta avanti un progetto denominato “Il filo d’Aria….nna” volto, mediante l’utilizzo di laboratori artistici e tecnologici, all’educazione dei ragazzi al senso civico, alla responsabilità e al decoro, cominciando ad intervenire operativamente e creativamente proprio sulla loro scuola.

Il progetto di decoro non solo educa gli studenti contro il degrado, ma li rende profondamente responsabili della manutenzione e della custodia della loro realizzazione artistica. Le opere realizzate dovrebbero rientrare a breve nel RIF Museo delle Periferie appena nato nel quartiere.

Tra gli interventi previsti e non ancora completati, l’associazione children ha deciso di sostenere la realizzazione dei segnali di individuazione di tutti gli spazi della scuola, interni ed esterni, quali aule, uffici, laboratori, palestre, orto ecc., al fine di rendere gli spazi stessi più visibili, più facilmente fruibili, più familiari.

Allo scopo, children ha acquistato e donato 100 tele, colori acrilici, pennelli, album per i bozzetti.

Partecipando collettivamente alla ideazione e quindi alla esecuzione di detti segnali di individuazione, i ragazzi contribuiscono a definire l’immagine e l’identità della loro scuola, con il conseguente accrescimento del loro senso di appartenenza ad essa. La realizzazione di semplici elaborati, anche da parte di alunni con alcuni disagi, crea ambienti di apprendimento inclusivi.

L’intervento di children onlus ha contribuito al superamento di uno degli ostacoli che le istituzioni scolastiche si trovano a dover affrontare per conseguire importanti obiettivi.

 

 

 

 

 

 

 

 

La  seconda collaborazione è stata avviata con la Scuola secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo Via P.R. Pirotta, a Centocelle.

Su richiesta della scuola abbiamo donato 3 tablet, che i docenti hanno deciso di far utilizzare dai colleghi del “sostegno alla didattica” per facilitare, con l’aiuto di programmi ad hoc, l’apprendimento di ragazzi con problematiche. In caso di necessità, verranno utilizzati per facilitare la didattica a distanza.

E’ stato donato anche un buono acquisto libri, acquistato presso una libreria del quartiere.

Perché libri? Purtroppo, anche se sembra incredibile ai giorni nostri, molti ragazzi non riescono a disporre dei testi scolastici della scuola dell’obbligo. Alcune delle famiglie hanno avuto il contributo del comune di Roma, ma altre famiglie, per diversi motivi, sia culturali che di carenza di informazioni, non hanno attinto a questa opportunità.

La scuola timbrerà i libri e li distribuirà ai ragazzi con l’obbligo di restituzione alla fine dell’anno scolastico. I professori della scuola usano questa strategia da alcuni anni con ottimi risultati, hanno una piccola scorta di testi scolastici che ogni anno distribuiscono agli alunni che ne hanno bisogno, chiedendo l’impegno dei ragazzi a non danneggiarli ed a restituirli al termine dell’anno scolastico.

 

INTERVENTI PASSATI