Microprogetti – Roma

Posted on Posted in In Corso

Microprogetti per il miglioramento della qualità della vita di bambini e ragazzi

Dal 2012 children onlus, recependo la richiesta dei propri soci, ha deciso di dedicare una piccola parte delle risorse dell’associazione a micro-progetti di aiuto a bambini di alcune scuole romane e a giovani migranti. Ogni microprogetto ha l’obiettivo di aiutare il bambino, in condizione di particolare svantaggio sociale ed economico, a superare una specifica difficoltà: nell’apprendimento, nella socialità, nella sfera psico-affettiva, nella salute o nell’avviamento allo sport. I casi ci vengono segnalati per lo più da servizi sociali o associazioni sociali sul territorio.

Nel corso degli anni abbiamo incluso nei microprogetti due fratellini di 6 e 7 anni e una bambina di 6 anni nati a Roma ma di altra nazionalità per i quali abbiamo sostenuto il lavoro di un mediatore interculturale che ne ha favorito l’integrazione nelle classi e nel contesto sociale in cui vivono.

Abbiamo poi sostenuto, in collaborazione con i servizi sociali, diversi bambini e bambine di famiglie italiane in difficoltà economica e sociale. Ci siamo fatti carico, di volta in volta, delle spese dei libri scolastici e del materiale didattico, dei costi di partecipazione a campi scuola, dell’iscrizione a corsi sportivi, dell’acquisto di occhiali e altri oggetti necessari, della quota per la frequenza a corsi professionali.

Alcuni esempi

 

M.K.D è nato nel 1996 in Bangladesh. Si è trasferito successivamente a Dacca dove ha vissuto fino all’età di 16 anni con la sua famiglia composta da padre, madre e due sorelle. Il padre è commesso mentre la madre è casalinga.
M.K.D è partito nel maggio del 2012 dal Bangladesh. Il padre ha versato la somma di 7.000 euro a degli intermediari. Il viaggio è durato circa 5 mesi, passando attraverso diversi paesi: India, Pakistan, Iran, Turchia e Grecia alla fine è arrivato in Puglia ad ottobre 2012. Il gruppo con cui era si è disperso e M.K.D ha deciso di raggiungere Roma. Arrivato nella capitale ha inizialmente dormito per strada e poi – su consiglio di un connazionale – si è rivolto alla polizia dichiarando la sua minore età e mostrando il suo certificato di nascita, unico documento che aveva con sé. E’ stato quindi collocato presso una casa famiglia. M.K.D vorrebbe costruire un futuro nel nostro paese, continuare a studiare e contemporaneamente trovare un lavoro che gli consenta di mantenersi in maniera autonoma. Nel 2014 M.K.D ci ha conosciuti e ci ha chiesto di finanziargli un corso di 6 mesi per pizzaiolo/operatore forno della Regione Lazio che abbiamo deciso di pagare per un costo complessivo di 600 euro e che lui ha frequentato con profitto. A settembre del 2015 è stato assunto con contratto a tempo indeterminato in un noto ristorante romano.

Nella foto M.K.D. ci mostra con orgoglio il suo attestato.

Aminata, ha 11 anni, è senegalese ma è nata a Roma e vive con la madre e una sorella più piccola. Dato che sapevamo che è seria e studiosa, le abbiamo dato nel 2014, sulla fiducia, una borsa di studio per l’acquisto dei libri della prima media e per l’abbonamento ai mezzi pubblici per recarsi a scuola, in tutto 400 euro. Nel 2015 Aminata è stata promossa in seconda media a pieni voti, e così si è meritata nuovamente il nostro sostegno. Nel 2016 anche la sorellina Bineta ha cominciato la scuola media e children ha cominciato ad erogare la borsa di studio ad entrambe.
Nell’anno scolastico 2016-17 Aminata si è diplomata e ha ricevuto un premio per il suo impegno. Anche la sorellina va bene a scuola e ha avuto il suo premio.
   Aminata con i suoi libri